InformaAzione

Competenze soft skills per un manager di successo

Competenze soft skills per un manager di successo

Chi è il manager? Come è possibile diventarlo? E perché oggi è una figura sempre più richiesta nel mondo aziendale? Per diventare un buon manager è necessaria una formazione che richiede determinate soft skills. Inoltre, il manager come tutti i dipendenti dovrebbero essere sottoposti ad una formazione aziendale, che possa far sviluppare le competenze richieste oggi nel mondo del lavoro. Scopri come diventare un manager di successo!
Letteralmente il manager è “colui che gestisce” (dall’inglese “to manage”), ovvero colui che pianifica, organizza e controlla. È una professione che sfugge alle categorie più tradizionali e che include una lista di compiti molto diversi tra loro e certamente include lo sviluppo del personale.
L’unico problema è che non c’è un percorso standard per diventare manager. A differenza dell’aspirante medico che sa di dover frequentare l’Università di Medicina, o dell’avvocato che può iscriversi a Giurisprudenza, non esiste un percorso di studi che ti possa guidare passo a passo verso una carriera manageriale. Se conosci la storia di alcuni top manager, saprai anche che ciascuno di loro proviene da un background accademico diverso.

Come possiamo diventare più resilienti? Come possono diventarlo le nostre aziende? Scopri i segreti della resilienza nel nostro e-book "I 4 PASSI DELLA RESILIENZA"

La buona notizia è che a fare la differenza non sono tanto le competenze tecniche, quanto le soft skills di tipo organizzativo, relazionale e cognitivo. “I musicisti suonano i loro strumenti, io suono l’orchestra”: così Steve Jobs ha definito il proprio ruolo. Ed è così per ogni manager: non importa se sai fare un assolo di chitarra o suonare il pianoforte divinamente, ma è fondamentale che tu abbia una visione di insieme della melodia. Il tuo compito è quello di guidare ogni singolo strumento nella giusta direzione.
Chiarito che per diventare un buon manager non basta seguire un certo percorso di studi, vediamo ora più da vicino quali sono le 5 soft skills fondamentali per svolgere questo lavoro.
Il manager è come un capitano in mare aperto: tutti i marinai devono fidarsi delle sue decisioni e credere nelle sue capacità. Da subito devi dimostrarti carismatico e competente, pronto a combattere in prima linea per le tue idee – solo così potrai convincere i tuoi colleghi e collaboratori a seguirti nella direzione in cui vuoi andare. E siccome non potrai fare tutto da solo in azienda, impara anche l’arte della delega: circondati di professionisti fidati che sappiano svolgere il proprio compito in piena autonomia.
Un manager di successo è prima di tutto un abile comunicatore: deve saper trasmettere con chiarezza ed efficacia le proprie idee a dipendenti, colleghi e clienti, sia che si tratti di una chiacchierata informale, di una presentazione scritta o di una call via Skype. Un’azienda, infatti, funziona solo quando le procedure interne sono ben definite e ognuno sa con precisione quello che deve fare. E siccome per comunicare efficacemente è fondamentale conoscere il proprio interlocutore e conquistare la sua fiducia, impara anche ad ascoltare.
Non puoi essere un buon manager se non ti appassiona quello che fai. Leader di successo come Steve Jobs, Elon Musk e Richard Branson hanno in comune un amore smisurato per il proprio lavoro e una continua voglia di imparare. E siccome la passione è contagiosa, i tuoi dipendenti verranno piacevolmente travolti dalla tua carica di energia ed entusiasmo. Devi essere sempre tu il primo a crederci.
Uno dei principali compiti di un manager è prendere decisioni, ovvero assumersi responsabilità ed essere pronto a pagare le conseguenze di ogni errore. Per non farti prendere dal panico, cerca di anticipare i problemi e di valutare ogni possibile scenario con razionalità. Rifletti su ogni decisione e comunicala con trasparenza ai tuoi collaboratori fidati: non solo potranno darti qualche consiglio utile, ma si sentiranno coinvolti nelle dinamiche aziendali.
Viviamo in un mondo veloce, in continuo movimento. Un manager di successo non si limita ad adeguarsi al cambiamento, ma deve saperlo anticipare, accogliere e creare. Tieniti sempre aggiornato e non perdere mai curiosità per il tuo settore: potresti trovare nuove tecnologie per migliorare il tuo business e accelerare l’intero processo di produzione. Fai in modo che anche i tuoi collaboratori siano sempre al passo con i tempi, incuriosiscili ogni giorno, favorisci la collaborazione e l’aggiornamento. “L’innovazione distingue un leader da un follower”, parola di Steve Jobs.

Scopri come utilizzare le tecniche e gli strumenti del coaching nel ruolo di manager grazie al nostro webinar gratuito "IL MANAGER COME COACH"

La formazione aziendale è diventata un fattore determinante per il successo di un’impresa. Ma se da una parte continua a crescere l’attenzione verso i percorsi formativi tradizionali ed E-learning indirizzati ai dipendenti, dall’altra si tende a non coinvolgere i manager nel training aziendale.
Il mito secondo cui le figure altamente qualificate e con anni di esperienza possano crescere direttamente sul campo è però da sfatare. Al contrario, la formazione manageriale è oggi più che mai fondamentale per migliorare le performance aziendali e preparare il team ad affrontare le sfide del mondo lavorativo attuale. A confermarlo è l’istant pool condotto dall’Osservatorio di 4.Manager in occasione del Connext 2019: il 79% degli intervistati ha indicato le “competenze manageriali” come fattore prioritario per lo sviluppo delle imprese italiane. Dinamico, immediato e interattivo, l’E-learning rappresenta la giusta soluzione per soddisfare le esigenze formative dei tuoi manager, e di conseguenza incrementare la produttività di tutta la tua impresa.
Veloce e in continuo cambiamento, il mondo del lavoro di oggi richiede un aggiornamento professionale costante. Il successo di un programma formativo dipende non solo dalla qualità dei contenuti e dalla professionalità del docente, ma anche dal reale coinvolgimento e interesse dei partecipanti.

Il manager deve saper ascoltare, dare feedback efficaci, creare un senso di team e portare innovazione in azienda. Scopri il nostro corso MANAGER COACH

È principalmente una questione di attitudine: il grande ostacolo alla formazione rimane la diffidenza dei dipendenti che ancora oggi la considerano una perdita di tempo, o peggio ancora un’imposizione dall’alto.

Per questo motivo, è fondamentale che le aziende coinvolgano attivamente i manager nel programma di formazione: grazie a un percorso di training mirato, questi ultimi possono non solo migliorare le proprie competenze, ma anche farsi promotori in prima persona di una cultura della formazione aziendale.

Se un dipendente vede il proprio manager mettersi nei panni dello “studente”, si sente infatti più stimolato a partecipare attivamente ai corsi formativi, a imparare e a crescere professionalmente. In particolare, i manager che intraprendono un corso di formazione online possono incoraggiare il team ad aprire gli orizzonti verso nuove metodologie di apprendimento e competenze fondamentali per il mondo lavorativo del futuro.
Nel XXI secolo nessuna azienda può fare a meno del digitale. L’E-learning, ovvero la formazione online, rappresenta un passo avanti nel percorso di digital transformation che ogni business deve compiere.
Tre sono le caratteristiche chiave dell’E-learning:
  • Flessibilità: il partecipante deve poter accedere ai materiali didattici da qualsiasi dispositivo, in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo.
  • Interattività: il partecipante non è mai uno spettatore passivo, ma partecipa attivamente con esercitazioni pratiche e simulazioni, secondo il principio del learning by doing (imparare facendo).
  • Modularità: il corso online viene strutturato in singoli moduli che permettono al partecipante di dedicarsi all’apprendimento per un breve lasso di tempo, o saltare dei moduli interi in base alle proprie esigenze e competenze.
Un modello di formazione basato sul digitale offre numerosi vantaggi, specie se rivolto alle figure manageriali.
  • Ottimizzazione dei tempi di apprendimento: grazie all’E-learning i manager possono facilmente conciliare i propri impegni lavorativi con il programma di apprendimento, per un training veloce che non incide sulla produttività..
  • Personalizzazione dell’apprendimento: il manager può scegliere in piena libertà e autonomia i percorsi di E-learning che più gli interessano, senza disperdere tempo ed energia in tematiche di minore importanza.
  • Apprendimento e aggiornamento continuo: la metodologia E-learning presenta contenuti sempre aggiornati, e permette ai manager di restare sempre al passo con i tempi e formarsi in maniera continua.
  • Abbattimento dei costi: spesso i manager richiedono corsi estremamente specifici e di conseguenza dai costi elevati. I corsi online permettono di eliminare le spese logistiche legate al mantenimento delle aule didattiche e allo spostamento fisico di docenti e partecipanti.
[scriptless]

Leggi gli ultimi articoli del nostro blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuoto
    Torna in alto